Bormio - Guida al Centro Storico 
Logo di Bormio
Bormio, 19/9/2017

 

“ Guida turistica di Bormio „

Il centro storico di Bormio testimonia ancora oggi lo splendore che in passato questa Contea raggiunse: l’indipendenza goduta fino all’avvento di Napoleone aveva fatto fiorire l’architettura del contado rendendo Bormio una cittadina alpina ricca di cultura.

Piazza di Bormio


Si pensi che, nel XIV secolo, periodo in cui era fiorente il commercio e il transito, Bormio contava ben 32 torri, le quali, oltre ad avere compiti difensivi, erano il simbolo della potenza dei vari casati.

Punto di partenza ideale per un percorso culturale immersi nella storia di Bormio è senz’altro la Piazza del Kuerc (o Piazza Cavour) dove oltre all’omonima costruzione si possono ammirare la collegiata dei SS. Gervasio e Protasio e la Torre delle Ore che domina la piazza.

La piazza è caratterizzata dalla particolarità di essere in salita ed è racchiusa tra le facciate di antichi e imponenti palazzi, recentemente restaurati, che un tempo appartenevano alla nobiltà bormina. Questo complesso di edifici, che odiernamente delimitano il lato ovest di Piazza Cavour, prende anche il nome di Coperto Vecchio: tali palazzi sono conosciuti con tale appellativo (o anche come Coperto di sotto) allorché, nel XIV secolo, venne edificato il Kuerc (o coperto nuovo o di sopra).

Il nome è dovuto alle arcate presenti nell’edificio che, dopo un lungo lavoro di restauro, sono state riportate oggi al loro antico splendore anche se, anticamente, l’edificio presentava un doppio ordine di loggiati a colonne. Il loggiato superiore che prima era presente era chiamato “loggia delle grida” in quanto da quella posizione si annunciavano coloro che venivano messi al bando dal Contado e si leggevano i proclami contro i malefici.

Al civico n. 5, all’angolo della piazza, troviamo il vecchio palazzo del Comune o cortivo mentre l’edificio al civico n. 6 era la sede degli archivi notarili e della farmacia. Al n.11 vi era invece la barberia dove venivano eseguiti anche i salassi.

Sulla facciata di questo complesso sono presenti tuttora degli affreschi su cui è possibile distinguere il simbolo delle Tre Leghe Grigie (si possono notare uno stambecco, un uomo con lancia, un orso e la croce bianca del Comune di Bormio).

La nostra guida prosegue in Via De Simoni.

pagina 1



Vai a pagina: 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6